Questo sito contribuisce alla audience di

Piàttoli, Scipióne

uomo politico e pensatore italiano (Firenze 1749-Löbichau 1809). Prete, insegnò storia ecclesiastica all'Università di Modena, in seguito partì per la Polonia (1782) come precettore dei figli del principe Lubomirski. Conquistatosi la fiducia del re Stanislao Augusto (1789), fu chiamato a collaborare alla preparazione della Costituzione polacca del 1791. Dopo essere stato a lungo prigioniero in Austria, perché sospettato di giacobinismo, si recò a Pietroburgo dove (1803-05) fu consigliere influente dello zar Alessandro I e del principe A. J. Czartoryski. In quegli anni Piattoli scrisse una Memoria sul sistema politico che dovrebbe seguire la Russia (1805) in cui suggerì (forse per la prima volta) che l'Austria si dovesse volgere verso la Penisola Balcanica, abbandonando i domini italiani.

Media


Non sono presenti media correlati