Questo sito contribuisce alla audience di

Pivérone

comune in provincia di Torino (65 km), 295 m s.m., 11,11 km², 1262 ab. (piveronesi), patrono: san Lorenzo (10 agosto).

Centro del Canavese, situato su un pianoro del versante sudoccidentale della Serra d'Ivrea. Soggetto nel sec. XII al comune di Vercelli, fu poi feudo di varie famiglie, tra cui gli Avogadro di Valdengo. § La parrocchiale dei Santi Pietro e Lorenzo, con altare maggiore e balaustra in marmo (1767-1771) dello scultore F. Olgiati, custodisce affreschi dei sec. XV-XVI. Dell'epoca medievale rimangono due torri d'angolo (sec. XIII) parti integranti dell'antica cinta muraria. Fuori dall'abitato, invece, sono il campanile della distrutta chiesa di San Pietro e le rovine del Gesión (grossa chiesa), comprendenti un'abside, tre arcate e il campanile di una chiesa del sec. IX. § L'economia si basa sull'agricoltura (uva, cereali, foraggi), sull'allevamento e sull'industria, attiva con piccole aziende nei settori dei materiali da costruzione e dell'arredamento. La frazione di Anzasco, sulle rive del lago di Viverone, è meta turistica estiva.