Questo sito contribuisce alla audience di

Pizzi, Ìtalo

orientalista italiano (Parma 1849-Torino 1920). Professore all'Università di Torino, studioso, in particolare, di lingue e letterature orientali (sanscrito, arabo, siriaco, ecc.), lasciò le sue opere migliori nel campo dell'iranistica; degna di menzione è la traduzione in endecasillabi del Libro dei re di Firdusi (8 vol., 1886-89) alla quale seguirono: Storia della poesia persiana (2 vol., 1894), Le novelle di Viṣṇuśarman (1896). Postume (1922) furono pubblicate le Memorie di un letterato che non fu ciarlatano.