Questo sito contribuisce alla audience di

Pizzigóni, Giuseppina

educatrice italiana (Milano 1870-Saronno, Varese, 1947). Insegnante elementare, in reazione al sistema scolastico allora vigente, caratterizzato soprattutto dal nozionismo, dal 1907 si dedicò alla stesura di una riforma didattica (La scuola elementare rinnovata secondo il metodo sperimentale, 1914; Linee fondamentali e programmi della scuola elementare rinnovata secondo il metodo sperimentale, 1922; Il mio asilo infantile, 1929) che venne sperimentata, dal 1911, presso il reparto scolastico della Ghisolfa a Milano con il nome di “Scuola rinnovata secondo il metodo sperimentale”. Il metodo d'insegnamento, che si riallaccia a quello delle correnti attivistiche e delle “scuole nuove”, consiste appunto nella diretta sperimentazione dell'allievo e non in lezioni espositive: tale scuola è indirizzata a stimolare le attività personali dei fanciulli in modo da metterli in relazione con la vita sociale, a educarli con l'osservazione pratica e l'esperienza spontanea attraverso le materie d'insegnamento e gli esercizi di attività ludica e inventiva. Nel 1927 la “Rinnovata” fu eretta a ente morale con il nome di “Opera Pizzigoni” La Pizzigoni collaborò attivamente alla realizzazione della riforma Gentile.

Collegamenti