Questo sito contribuisce alla audience di

Prày

comune in provincia di Biella (31 km), 496 m s.m., 9,33 km², 2439 ab. (praiesi), patrono: sant’ Antonio Abate (17 gennaio).

Centro posto alla sinistra del torrente Sessera. Il territorio fece parte del feudo di Coggiola, seguendone le vicende fino al 1620, anno in cui fu infeudato da Carlo Emanuele I a Giovanni Battista Manelli. Passato ai dal Pozzo nel 1643, nel 1721 fu riunito a Coggiola. § In località Flecchia è il secentesco palazzo dell'abate Rizzi, mentre la parrocchiale di San Giuseppe, a Pray Basso, è una costruzione moderna in stile neoclassico.§ L'economia si basa sull'industria laniera, che conta su imprese specializzate nelle singole fasi di lavorazione (filatura, cardatura, tessitura, finissaggio, tintura). L'agricoltura (foraggi) e l'allevamento bovino completano il quadro economico.

Media


Non sono presenti media correlati