Questo sito contribuisce alla audience di

Procellarifórmi

sm. pl. [da procellaria+-forme]. Ordine (Procellariiformes) di Uccelli comprendente le famiglie dei Diomedeidi, dei Procellaridi, degli Idrobatidi e dei Pelecanoididi, con specie che si rinvengono in pieno oceano a grandissima distanza dalle terre emerse, dando prova di essere instancabili e possenti volatrici. Esse sono caratterizzate da un tronco molto robusto, ali lunghissime e piuttosto strette, zampe con le tre dita anteriori collegate da un'ampia membrana, becco terminante a uncino e munito di singolari narici tubuliformi (per cui sono anche detti tubinari). Possiedono una secrezione oleosa nello stomaco, che può essere rigurgitata e spruzzata verso un eventuale aggressore e che probabilmente serve anche a mantenere pulito il piumaggio. Diffusi in tutti i mari, ma più frequenti in quelli australi, i Procellariformi sono gregari, specialmente durante la riproduzione, che ha luogo su litorali rocciosi o comunque accidentati. Il loro regime alimentare comprende pesci, Cefalopodi e Crostacei e altri organismi marini.