Questo sito contribuisce alla audience di

Robassomèro

comune in provincia di Torino (19 km), 360 m s.m., 8,41 km², 3028 ab. (robassomeresi), patrono: Natività di Maria Vergine (prima domenica di settembre).

Centro posto sul ciglio del terrazzo alluvionale che domina la riva destra della Stura di Lanzo. Nel 1392 fu infeudato dai Savoia ai Cavalieri di Ciriè; staccatosi da questo comune, nel sec. XVI, venne dato in feudo a diverse famiglie.La parrocchiale barocca di Santa Caterina fu costruita a metà del sec. XVII.§ Risorsa principale è l'industria, attiva nei settori metallurgico, meccanico, delle materie plastiche, degli imballaggi e delle telecomunicazioni. Fiorente il commercio.

Media


Non sono presenti media correlati