Questo sito contribuisce alla audience di

Sōami

pittore giapponese (ca. 1472-1525). Nipote di Noami e figlio di Geiami, fu anche lui monaco artista (gasō) come il nonno e il padre (i cosiddetti “tre Ami”). Si formò sullo stile paterno e fu influenzato dalla pittura cinese. Dipinse per lo più grandi paesaggi a inchiostro e colori su carta, che poi venivano applicati alle porte scorrevoli (fusuma), come quelli conservati a Kyōto (Daisenin di Doitokuji). Ebbe incarichi ufficiali alla corte degli Ashikaga, per i quali sembra abbia anche compilato un catalogo delle collezioni di pittura (Kundaikan sayuchoki, 1511); gli viene inoltre attribuito un trattato sulla decorazione interna (Go shoku ki).

Media


Non sono presenti media correlati