Questo sito contribuisce alla audience di

Sachlikis, Stephanos

scrittore cretese (seconda metà sec. XV). Scrisse in carcere le memorie della sua vita dissoluta. Sono versi mediocri, scritti in un linguaggio contaminato da barbarismi, interessanti comunque come documento di costume.