Questo sito contribuisce alla audience di

Salve

comune in provincia di Lecce (63 km), 130 m s.m., 32,79 km², 4556 ab. (salvesi), patrono: san Nicola (6 dicembre).

Centro del Salentomeridionale, nella regione del Capo, tra le Serre Falitte e la costa ionica. La sua origine risale forse alla conquista romana del Salento. Nel 1480 resistette agli assalti dei turchi e nel 1537 e 1547 ai corsari algerini. Ebbe numerosi feudatari, ultimi i Caracciolo di Marano. Il castello, originario del Trecento e rifatto nel sec. XVI, è molto rimaneggiato. § L'economia si basa sull'agricoltura (olive, frutta, uva da vino, patate, pomodori e fave), a cui si affiancano l'allevamento (bovini e ovini) e la pesca. È sviluppato il turismo balneare nelle frazioni Torre Pali e Marina di Pescoluse. § Nel territorio sorgono numerose torri di avvistamento e masserie fortificate, costruite per difendersi dagli assalti dei corsari; la maggior parte delle masserie fu edificata nel Cinquecento e alcune di esse sono ancora abitate.