Questo sito contribuisce alla audience di

Sant'Arpino

comune in provincia di Caserta (17 km), 43 m s.m., 3,20 km², 13.394 ab. (santarpinesi), patrono: sant’ Elpidio (24 maggio).

Centro situato nella sezione meridionale della Terra di Lavoro, al confine con la provincia di Napoli e alla sinistra dei Regi Lagni. Secondo la tradizione fu fondato nel sec. V da un gruppo di abitanti di Atella sotto la guida del vescovo Elpidio (dal suo nome, sand’Arpine nella parlata locale, deriva il nome del paese). Nel 1592 fu ducato di Sánchez de Luna d'Aragona. Il Palazzo Ducale (sec. XVI-XVII) è sede della biblioteca comunale e di un piccolo museo archeologico. § Tra gli altri edifici monumentali sono i palazzi Zarrillo e Magliola. Si segnalano inoltre l'antico romitorio di San Canione e la chiesa di Sant'Elpidio (sec. XVI, in seguito rimaneggiata), che conserva alcune pregiate statue lignee. § L'industria opera nei settori edile, calzaturiero, dell'abbigliamento intimo, della lavorazione del legno e della gomma. Risorse importanti provengono dall'agricoltura (cereali, ortaggi e frutta) e in particolare dalla viticoltura, con produzione di vino pregiato.È praticato l'allevamento bovino e bufalino, con produzione lattiero-casearia (mozzarella di bufala DOP).

Media


Non sono presenti media correlati