Questo sito contribuisce alla audience di

Sclòpis, Federigo Pàolo, cónte di Salèrno

uomo politico e giurista (Torino 1798-1878). Magistrato dal 1823, chiamato dopo il 1831 da Carlo Alberto a partecipare alla riforma legislativa e poi alla redazione dello Statuto, fu ministro di Grazia e Giustizia nel governo Balbo, senatore dal 1849. Autorevole studioso di problemi di diritto civile, diritto pubblico e diritto internazionale, i suoi lavori migliori sono però quelli di storia del diritto: Storia dell'antica legislazione del Piemonte (1833), Storia della legislazione italiana (1844), Degli Stati generali e d'altre istituzioni politiche del Piemonte e della Savoia (1851).

Media


Non sono presenti media correlati