Questo sito contribuisce alla audience di

Servigliano

comune in provincia di Fermo, 215 m s.m., 18,46 km², 2323 ab. (serviglianesi), patrono: san Marco (25 aprile).

Centro nel fondovalle del fiume Tenna. Sorse, con il nome di Castel Clementino, all'epoca di Clemente XIV, quando, nel 1769, un cedimento del suolo inghiottì la prima Servigliano, situata sulle colline sovrastanti. Nel 1863 riassunse l'antico nome. § L'abitato, progettato da Virginio Bracci (1771), si compone di un perimetro quadrangolare di edifici, aperto da tre porte, entro cui sono allineati gruppi di case a schiera intervallati da piccole piazze a giardino. In tale assetto sono inseriti nella piazza centrale il Palazzo Comunale e la collegiata di San Marco. Fuori dell'abitato è la chiesa di Santa Maria del Piano (sec. XIV), che subì trasformazioni in epoca barocca. § L'economia è basata sull'agricoltura (frumento, barbabietole, frutta, uva da vino, olive, ortaggi e foraggi), sulle industrie di trasformazione dei prodotti agricoli e sull'allevamento (bovino e suino).