Questo sito contribuisce alla audience di

Shōkadō, Shōjō

pittore e calligrafo giapponese (? 1584-1639). Allievo del calligrafo di corte Konoe Nobutada, divenne poi monaco, seguace della setta Shingon. Famoso soprattutto per la sua pittura a inchiostro monocromo eseguita con tratti veloci e essenziali, che deriva dalla pittura cinese Chan dei periodi Song e Yuan. Fu inoltre il cultore di un particolare tipo di calligrafia che divenne noto con il nome di Takimoto. Assieme a Konoe Nobutada e Hon'ami Kōetsu fu ritenuto il più grande calligrafo dell'era Kan'ei (1624-1644). Tra le sue opere ricordiamo: Autoritratto e Il Dio Hachiman.

Media


Non sono presenti media correlati