Questo sito contribuisce alla audience di

Simonétta

famiglia nobile calabrese, originaria di Caccuri (Catanzaro) il cui capostipite fu un Gentile (sec. XV), padre di Antonio (m. 1460), castellano di Monza, e di Angelo (m. 1472), amico e compagno d'armi di Francesco Sforza (signore di Caccuri dal 1418) e poi segretario di Galeazzo Maria. Tra gli altri membri della casata, oltre a Francesco detto Cicco e a Giovanni, si ricordano: Giacomo (m. Roma 1539), vescovo nel 1528 e cardinale nel 1535; Alessandro (sec. XVI), fratello del precedente, creato conte da Carlo V nel 1526; e Lodovico (m. 1568), cardinale e legato pontificio al Concilio di Trento.

Media


Non sono presenti media correlati