Questo sito contribuisce alla audience di

Skymed-Cosmo

(Constellation of Small satellites for the Mediterranean basin Observation, costellazione di piccoli satelliti per l'osservazione del bacino del Mediterraneo) progetto dell'ASI, Agenzia Spaziale Italiana, finanziato anche dal Ministero della Difesa e dal Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca italiani, in cooperazione con la Francia. Il progetto, inizialmente configurato per raccogliere dati relativi al solo bacino del Mediterraneo (gestione del territorio, meteorologia e controllo dell'inquinamento), è stato successivamente ampliato in modo da poter operare su scala globale. La costellazione è composta da due serie di satelliti, che operano in due diversi piani orbitali. La prima serie è formata da quattro satelliti italiani che hanno a bordo un radar ad apertura sintetica (SAR) in grado di osservare la terra giorno e notte in qualunque situazione meteorologica. La seconda serie, francese, è formata da due satelliti per il visibile con a bordo una camera ad alta risoluzione (HRC) e una camera ad alta risoluzione spettrale (HYC). I satelliti opereranno in orbite eliosincrone a un'altezza di circa 600 km e per un periodo minimo di 5 anni.Il lancio del primo dei 4 satelliti italiani è previsto per la fine del 2006, l'ultimo per il 2008, ma il sistema sarà già operativo all'inizio del 2007.

Media


Non sono presenti media correlati