Questo sito contribuisce alla audience di

Stàbile, Mariano (uòmo polìtico)

uomo politico italiano (Palermo 1806-1863). Dopo essere stato per poco tempo segretario di legazione a Madrid, abbandonò la diplomazia e si diede al commercio. Durante la rivoluzione siciliana del 1848-49 fu ministro degli affari esteri e dell'agricoltura, quindi presidente della Camera e da ultimo ministro della guerra, influenzando fortemente l'opera del governo in senso monarchico-moderato e filoinglese. Costretto all'esilio dalla reazione, si rifugiò in Svizzera e poi a Londra, dove fu oggetto di gravi accuse da parte degli avversari sia borbonici sia democratici. Ritornato in patria nel 1860, fu eletto sindaco di Palermo nel 1862.

Media


Non sono presenti media correlati