Questo sito contribuisce alla audience di

Sterbini, Piètro

uomo politico italiano (Sgurgola, Frosinone, 1793-Napoli 1863). Medico e scrittore, aderì alla Carboneria e partecipò a Roma ai moti del 1831. Deputato alla Costituente, ebbe duri contrasti coi mazziniani e votò per la repubblica e l'abolizione del potere temporale dei papi (1849) solo dopo molte incertezze. Dopo la caduta della Repubblica fu di nuovo costretto all'esilio durante il quale dovette più volte difendersi dall'accusa di aver avuto parte nell'uccisione di P. Rossi (1848). Tornò in Italia nel 1860 e, stabilitosi a Napoli, fondò con D. Lioy il quotidiano Roma. Lasciò varie tragedie e una raccolta di poesie.