Questo sito contribuisce alla audience di

Tìlgher, Adriano

filosofo e saggista italiano (Resina 1887-Roma 1941). Laureatosi in giurisprudenza, si dedicò al giornalismo e alla saggistica. Fu critico drammatico di diversi quotidiani romani tra il 1915 e il 1925, dimostrandosi acuto interprete di testi. Celebre la sua visione del teatro di L. Pirandello come espressione del contrasto tra la Vita e la Forma, visione che fu fatta propria dallo stesso Pirandello. In numerose opere di contenuto filosofico espose la propria concezione relativistica e irrazionalistica della vita e negò ogni tipo di metafisica. Importanti anche i suoi scritti di estetica. Tìlgher è una delle più interessanti e vivaci figure della cultura italiana nella prima metà del sec. XX. Tra le sue opere: Teoria del pragmatismo trascendentale (1915), Saggi di etica e di filosofia del diritto (1915), La crisi mondiale (1921), Studi sul teatro contemporaneo (1923), La scena e la vita (1925), Estetica (1931), Filosofia delle morali (1937).

Media


Non sono presenti media correlati