Questo sito contribuisce alla audience di

Taròzzi, Giusèppe

filosofo italiano (Torino 1866-Padova 1958). Insegnò a Palermo e a Bologna. Come discepolo di R. Ardigò, fu dapprima positivista, ma partecipò in seguito alla polemica contro il determinismo, affermando la libertà e la spontaneità dell'intera natura. In particolare si preoccupò di delineare una storia del determinismo, quale tendenza di sempre e fermò la sua attenzione su G. Galilei. Per Tarozzi nel mondo morale la libertà, risultato della ragione e della fede, spiega la genesi delle azioni dell'uomo come fatti della sua volontà (La libertà umana e la critica al determinismo, 1936).

Media


Non sono presenti media correlati