Questo sito contribuisce alla audience di

Torrita di Sièna

comune in provincia di Siena (52 km), 325 m s.m., 58,36 km², 7121 ab. (torritesi), patrono: san Costanzo (29 gennaio).

Centro sul versante occidentale della val di Chiana. Ricordato nel 1037 in un codice amiatino, fu fortificato da Siena nel 1251 come baluardo avanzato contro Montepulciano. Alla Repubblica senese appartenne fino al 1554, quando fu conquistato da Firenze. § L'abitato si articola nell'antico nucleo storico e in una parte moderna a valle. Dell'epoca medievale restano il Palazzo Pretorio, molto rimaneggiato, e la chiesa delle Sante Flora e Lucilla, romanica e rifatta in parte nel Quattrocento, che racchiude opere tre-quattrocentesche. Affreschi di Girolamo di Benvenuto (1470-1524) ornano l'oratorio della Madonna delle Nevi, mentre una tela (1592) di F. Vanni è nella chiesa della Santissima Annunziata. I resti delle fortificazioni risalgono ai sec. XIV-XVI. Più antico il complesso fortificato di Montefollonico, che conserva la pieve duecentesca di San Leonardo e il Palazzo Comunale.§ L'agricoltura produce uva da vino, olive, cereali, foraggi e attivo è l'allevamento bovino. L'industria opera nei settori della lavorazione del legno, delle confezioni e dei laterizi. § Vi nacque Ghino di Tacco (sec. XIII).

Media


Non sono presenti media correlati