Questo sito contribuisce alla audience di

Trenker, Luis

attore e regista cinematografico austriaco (Sankt Ullrich, oggi Ortisei, 1892-Bolzano 1990). Ex guida alpina, interprete negli anni Venti di film di montagna dello specialista tedesco A. Fanck (tra cui La montagna dell'amore, 1926, con L. Riefenstahl, che lo rese famoso), si trasformò in regista di se stesso. Dopo Montagne in fiamme (1931) e Il grande agguato (1932), realizzati in collaborazione, girò da solo Il figliol prodigo (1934), plastica ma edificante vicenda di un montanaro bavarese che ritorna al villaggio dopo la negativa esperienza americana. Pesanti condizionamenti del regime erano presenti nel successivo L'imperatore della California (1936); in Italia realizzò Condottieri (1937), enfatica evocazione rinascimentale. Tornò poi alla montagna con La grande conquista (1937), Lettere d'amore dall'Engadina (1938), Il ribelle della montagna (1940), Il prigioniero della montagna (1955), Vinto dall'amore (1956), Il suo migliore amico (1962), e con una serie di documentari (anche televisivi), sino a Il Sud Tirolo e la sua guida (1982).

Media


Non sono presenti media correlati