Questo sito contribuisce alla audience di

Uòmini di màis

(Hombres de maíz). Romanzo (1949) dello scrittore guatemalteco M. A. Asturias. Come in altre opere, ma qui con particolare vigore di poetico, l'autore attinge alla mitologia maya, presso la quale il mais era considerato pianta sacra e civilizzatrice, massimo dono degli dei agli uomini, per rappresentare lo scontro fra i credenti – impersonati dal cacique Gaspar Ilóm – e i moderni materialisti, per cui il mais è solo un prodotto da coltivare e commerciare. Realtà e leggenda si fondono, grazie al magistero dello scrittore, in una sorta di poema-romanzo, di compiuta originalità espressiva.

Media


Non sono presenti media correlati