Questo sito contribuisce alla audience di

Ubèrti

famiglia fiorentina già molto potente nel sec. XII. Tra i primi a emergere fu Bernardo, abate di Vallombrosa (1098-1106), poi cardinale e consigliere di Matilde di Canossa. Gli Uberti, nemici e rivali dei Donati, parteggiarono per Federico Barbarossa. La lotta con i guelfi si trascinò per tutto il sec. XII e XIII con vicende alterne nelle quali spicca la figura di Farinata. Dopo la battaglia di Benevento e la morte di Manfredi (1266) la famiglia fu dispersa e la situazione si aggravò ulteriormente per il fallimento di Corradino (1268). Sopravvissero i figli di Farinata Bice (o Beatrice), sposa di Guido Cavalcanti, e Lapo, nominato (1311) vicario imperiale a Mantova da Enrico VII. Il figlio di questi, Fazio, passò la vita errando tra le corti come poeta. Dai superstiti ebbero origine nuovi rami in varie città.

Media


Non sono presenti media correlati