Questo sito contribuisce alla audience di

Vázquez Montalbán, Manuel

poeta, narratore e saggista spagnolo (Barcellona 1939-Bangkok 2003). Giornalista di vasta esperienza, ha esordito in campo letterario pubblicando i saggi Información sobre la información (1963) e Antología de la nova cançó catalana (1968) e i libri di poesia Educación sentimental (1967), Movimientos sin éxito (1969). È approdato alla narrativa, genere in cui ha conseguito i maggiori successi, con Recordando a Dardé y otros relatos (1969), a cui hanno fatto seguito altre opere come Happy End (1974), El pianista (1985; Il pianista), Los alegres muchachos de Atzavara (1987; Gli allegri ragazzi di Atzavara), Pigmalión y otros relatos (1987; traduzione italiana Dallo spillo all'elefante), Galíndez (1990), El estrangulador (1994; Lo strangolatore), Reflexiones de Robinsón ante un bacalao (1995; traduzione italiana Riflessioni di Robinson davanti a centoventi baccalà), O César o nada (1998; O Cesare o nulla), dedicata agli intrighi dell'Italia del Quattrocento, e El señor del los bonsái (1999; Il signore dei bonsai), primo libro scritto per i ragazzi. La notorietà, comunque, gli è stata data da una serie di libri gialli, che ruotano intorno alle imprese del detective Pepe Carvalho, tra cui si ricordano: Yo maté a Kennedy (1972; Kennedy l'ho ucciso io), il primo ad essere pubblicato, Tatuaje (1974; Tatuaggio), La soledad del manager (1977; La solitudine del manager), Los mares del sur (1979; I mari del Sud), Asesinato en el Comité Central (1981; Assassino al Comitato Centrale), Los pájaros de Bangkok (1983; Gli uccelli di Bangkok), La rosa de Alejandría (1984; La rosa di Alessandria), El Balneario (1986; Le terme), El delantero centro fue asesinado al atardecer (1987; Il centravanti è stato assassinato verso sera), El laberinto griego (1991; Il labirinto greco), Sabotajie olímpico (1993; Sabotaggio olimpico), El premio (1996; Il premio), El hombre de mi vida (2000; L'uomo della mia vita) e Milenio (2000; traduzione italiana Prima che il millennio ci separi), piéce teatrale che chiude il ciclo. Accanto a essi ha scritto importanti biografie, come quella fittizia su Franco, Autobiografía del general Franco (1992; traduzione italiana Io, Franco) e quella reale su Dolores Ibárruri, Pasionaria y los siete nanitos (1995; Pasionaria e i sette nani). Autore prolifico, oltre ai numerosi saggi di sociologia, politica, attualità, letteratura come Un polaco en la corte (1996), una riflessione sulla caduta del socialismo e sulla sinistra catalana e spagnola, e Y Dios entró en La Habana (1998; E Dio entrò all'Avana), affascinante reportage di un viaggio nella capitale cubana, Vazquez Montalban ha pubblicato un'enorme quantità di articoli per giornali spagnoli e non.Nel 2002 ha pubblicato Erec y Enide (Erec e Enide. La gioia della corte), romanzo filosofico-cavalleresco sul tema della coppia e dei sentimenti e nel 2003 è uscito postumo La aznaridad ritratto del primo ministro spagnolo José Maria Aznar.

Media


Non sono presenti media correlati