Questo sito contribuisce alla audience di

Zabolockij, Nikolaj Alekseevič

poeta russo (Kazan 1903-Mosca 1958). Esordì con la raccolta di versi Colonne di piombo (1929) in cui unì i modi della tradizione tardo-ottocentesca con lo sperimentalismo linguistico di Chlebnikov. Criticato duramente al I Congresso degli scrittori sovietici (1934) per il poema Il trionfo dell'agricoltura (1933), nel 1938 venne illegalmente arrestato e deportato in Estremo Oriente, da dove rientrò nel 1946. I suoi versi successivi sono raccolti in Versi (1957 e 1958) e in Poesie e poemi (postumi, 1965).

Media


Non sono presenti media correlati