Questo sito contribuisce alla audience di

Zenea, Juan Clemente

patriota e poeta cubano (Bayamo 1832-L'Avana 1871). A diciassette anni era già affiliato ai gruppi di patrioti che cospiravano contro gli spagnoli per la libertà di Cuba. Collaborò con tutte le pubblicazioni letterarie di Cuba e fondò la Revista Hebanera dalle cui pagine continuò la lotta per l'indipendenza. Nel 1853 fu condannato a morte ma fu amnistiato. In esilio negli Stati Uniti tenne il giornale dei patrioti La Revolución. Nel novembre del 1870 sbarcò clandestinamente a Cuba, ma fu sorpreso e dopo pochi mesi fucilato nel castello della Cabaña all'Avana. I suoi scritti più famosi sono Diario de un mártir, Historia de la revolución e Poesías póstumas.

Media


Non sono presenti media correlati