Questo sito contribuisce alla audience di

antìcipo

Guarda l'indice

Lessico

sm. [sec. XX; da anticipare].

1) Lo stesso che anticipazione, ma più usato nelle seguenti accezioni: A) l'anticipare e l'essere anticipato in senso temporale, specialmente nelle loc. essere, dare in anticipo, prima del tempo previsto o stabilito; anche il tempo con cui si anticipa: è arrivato con un'ora di anticipo. In particolare, in fisica, si dice che una grandezza sinusoidale è in anticipo di fase rispetto a un'altra della stessa frequenza, quando la differenza tra la fase della prima e quella della seconda è positiva. B) Pagamento parziale di un debito prima della scadenza: versare un anticipo sul costo totale.

2) Nel linguaggio sportivo, l'atto, l'effetto e la capacità di anticipare l'avversario: giocare sull'anticipo. Nel tennis, intervento sulla palla quando è ancora in fase ascendente dopo il rimbalzo da terra: colpire d'anticipo.

Contabilità

Se l'anticipo è fatto a un fornitore, si procede all'addebitamento del conto intestato al fornitore per l'importo anticipato, se viceversa è eseguito da un cliente, all'accreditamento del conto intestato al cliente; anticipo nolo, nel contratto di noleggio per il trasporto di merci via mare, pagamento parziale, generalmente in misura di un terzo del nolo, effettuato dal noleggiatore nel porto d'imbarco. Il nolo anticipato è denominato “nolo dovuto a ogni evento” in quanto, nel caso di perdita della nave, non sarà restituito dall'armatore. Assumendo in tal modo il noleggiatore un rischio ulteriore oltre a quello rappresentato dal carico, viene concesso un abbuono per interesse e sicurtà (calcolato sull'anticipo) a titolo di compenso per il pagamento effettuato prima del viaggio e per il maggior premio di assicurazione. L'anticipo da cui non è stato dedotto tale bonifico è detto anticipo nolo lordo e il documento in cui è esposto il suo conteggio costituisce il conto anticipo nolo (vedi anche nolo).

Tecnologia

In un motore a scoppio, tempo che intercorre fra lo scoccare della scintilla d'accensione tra gli elettrodi della candela e il raggiungimento, da parte dello stantuffo, del punto morto superiore (PMS). L'anticipo dell'accensione è necessario in quanto, dall'istante in cui la miscela comincia a bruciare all'istante in cui l'onda di compressione generata dallo scoppio investe lo stantuffo (facendogli iniziare la fase motrice), intercorre un certo tempo, definito, per ogni motore, dalle dimensioni, dalla forma della testata, dalla posizione e dal tipo della candela e dal coefficiente di compressione. Questo intervallo di tempo è più o meno costante, mentre la velocità con cui si sposta lo stantuffo varia in rapporto al numero di giri del motore: anticipando l'accensione si ottiene, pertanto, di far raggiungere lo stantuffo da parte dell'onda di compressione quando questa ha appena superato il PMS. In ogni caso occorre in partenza un'accurata regolazione dell'anticipo, da farsi periodicamente ai bassi giri con l'aiuto di sistemi stroboscopici (messa in fase del motore). Nei motori veloci, come sono in genere quelli delle automobili, l'anticipo è regolato automaticamente da parte di un sistema a masse centrifughe sistemato entro lo spinterogeno, che fa aumentare l'anticipo all'aumentare del regime di rotazione e viceversa. Nei motori Diesel, per gli stessi motivi, l'afflusso di carburante deve iniziare prima che lo stantuffo raggiunga il PMS. Per il buon funzionamento del motore, occorre anche anticipare l'apertura delle valvole di scarico allo scopo di garantire uno svuotamento soddisfacente del cilindro prima di immettere miscela o combustibile freschi; questo anticipo corrisponde al tempo che intercorre tra l'apertura delle valvole di scarico e il raggiungimento da parte dello stantuffo del punto morto inferiore (PMI). Entrambi questi anticipi si misurano in gradi, riferiti ai 360º di un giro intero dell'albero motore. Nei motori di nuova generazione l'anticipo non è più una funzione lineare dei giri del motore ma viene comandato da una centralina elettronica che possiede una mappa degli angoli di anticipo relativi alle varie condizioni di utilizzo della vettura; nei modelli più evoluti questa mappa può essere elaborata singolarmente per ciascun motore onde ottenere le massime prestazioni ai minimi consumi.

Media


Non sono presenti media correlati