Questo sito contribuisce alla audience di

antranìlico

agg. (pl. m. -ci) [da antra-+anilico]. Acido antranilico, composto chimico di formula bruta C7H7O₂N che presenta la struttura di acido o-amminobenzoico:

È un amminoacido aromatico, che si presenta come solido cristallino, di sapore dolce, che in soluzione acquista fluorescenza blu. Si prepara generalmente dalla ftalimmide. Utilizzato un tempo come intermedio per la produzione dell'indaco secondo uno dei primi metodi di sintesi di questo colorante, trova impiego come fungicida e repellente per insetti. Dall'acido antranilico si ricava per esterificazione l'antranilato di metile, che esiste in natura negli oli essenziali estratti dal gelsomino e dalle foglie d'arancio, usato nella composizione di aromi. L'N-metilantranilato di metile si trova in natura nell'olio essenziale di mandarino. L'acido antranilico è di grande interesse biologico, essendo un intermedio nella biosintesi di un importante amminoacido, il triptofano. È anche un intermedio nella biosintesi di antibiotici quali l'actinomicina e pigmenti naturali derivati dalla fenazina.

Media


Non sono presenti media correlati