Questo sito contribuisce alla audience di

brézza

Guarda l'indice

Lessico

sf. [sec. XIV; etim. incerta].

1) Nella scala di Beaufort dei venti col termine brezza vengono indicati due venti molto moderati e precisamente la brezza leggera, corrispondente al numero di Beaufort 2, e la brezza tesa, corrispondente al 3.

2) Vento periodico prodotto dal riscaldamento differenziale di due zone contigue.

Meteorologia

Nelle regioni temperate è particolarmente sensibile durante l'estate, con tempo sereno e piccolo gradiente barometrico. È un vento a breve periodo, dotato di notevole regolarità come ora d'inizio, velocità e durata. Brezza di mare e di terra: durante il giorno il suolo si riscalda di più della superficie marina: in media vi è una differenza di 4-5 ºC. Questo fenomeno determina un richiamo di aria fresca dal mare (area anticiclonica) verso la terraferma (area ciclonica); durante la notte il suolo perde rapidamente calore per irradiazione e la sua temperatura diventa inferiore a quella del mare e quindi si ha uno spostamento d'aria dalla terra verso il mare. Pertanto, nelle ore antimeridiane spira dalla terra al mare un venticello detto brezza di terra, mentre nelle ore pomeridiane dal mare alla terraferma spira la brezza di mare; le due brezze sono separate da un periodo di calma. La brezza soffia con una velocità di 4-5 m/s; la brezza di mare è più regolare e sensibile a causa del minor attrito che incontra sul mare. Brezza di valle e di monte: anche nelle valli montane, data la diversa quota delle superfici riscaldate per insolazione diurna, si determina una circolazione invertibile. Durante il giorno spira verso l'alto lungo le pendici una corrente anabatica, la brezza di valle, mentre una corrente di ritorno discende verso il centro della valle; durante la notte, invece, spira verso il basso, lungo i fianchi montani, una corrente catabatica, la brezza di monte, mentre al centro della valle ascende una corrente di ritorno. Nelle zone costiere montuose (di mare o di lago) la brezza di mare e la brezza di valle formano un'unica circolazione, così come la brezza di monte e la brezza di terra.

Media


Non sono presenti media correlati