Questo sito contribuisce alla audience di

cefèide

sf. [da Cefeo]. Stella che subisce variazioni periodiche di luminosità (ma contemporaneamente mutano anche dimensioni, temperatura superficiale e, spesso, tipo spettrale), dovute alla pulsazione, rigorosamente costante, cui essa è soggetta. Le cefeidi, che traggono nome da δ Cephei, primo esemplare di questa classe di stelle a essere stato scoperto, hanno periodi di variabilità compresi tra 1 e 50 giorni ed escursioni fotometriche inferiori al valore 1m. La loro pulsazione, che avviene a una velocità oscillante tra i 50 e i 200 km/s, consiste nell'espansione e compressione degli strati atmosferici ed è causata dallo stato di instabilità in cui queste stelle si trovano. Nel 1913, studiando le cefeidi della Piccola Nube di Magellano, la statunitense H. Leavitt giunse a stabilire una relazione grazie alla quale dal periodo di variabilità si può risalire alla magnitudine assoluta. Da ciò consegue che, conosciuto attraverso l'osservazione telescopica il periodo di una cefeide, e quindi la magnitudine assoluta, è possibile, confrontando questa con la magnitudine apparente, misurare la sua distanza, nonché quella del sistema stellare cui appartiene. Essendo stelle giganti, e dunque osservabili anche se poste a moltissimi anni luce dalla Terra, le cefeidi hanno reso possibile valutare la distanza delle galassie esterne alla Via Lattea, distanza indefinibile con il metodo trigonometrico della parallasse. Grazie a queste stelle si sono potute conoscere, almeno parzialmente, le dimensioni dell'universo, del quale le cefeidi sono state definite “pietre miliari”. Dalle cefeidi del tipo δ Cephei, o cefeidi classiche, si distinguono le stelle del tipo RR Lyrae con un periodo di variabilità che va da 8 ore a ca. un giorno e che, trovandosi prevalentemente negli ammassi globulari, sono anche dette variabili d'ammasso. Poiché le stelle del tipo RR Lyrae hanno magnitudine assoluta pressoché costante, è sufficiente conoscere la magnitudine apparente di una di esse per determinare la distanza dell'ammasso in cui è compresa. Altra classe di cefeide è quella delle stelle del tipo W Virginis, con periodo di variabilità di circa un giorno, appartenenti alla popolazione II; le cefeidi classiche sono invece comprese nella popolazione I.

Media


Non sono presenti media correlati