Questo sito contribuisce alla audience di

commissióni internazionali per la pésca

organizzazioni internazionali sorte per ovviare alla mancanza di controllo governativo dello sfruttamento della fauna marina, nelle zone escluse dalla sovranità territoriale. Da accordi intergovernativi bilaterali, diretti a evitare che contrasti concorrenziali e vuoti d'autorità potessero causare l'impoverimento eccessivo delle fonti, gli Stati sono passati a convenzioni multilaterali, culminanti talvolta nella creazione di apposite organizzazioni internazionali. Tra le commissioni emergono per importanza: la Commissione Internazionale Baleniera (International Whaling Commission, IWC), costituita nel 1948, con l'entrata in vigore della Convenzione di Washington del 2 dicembre 1946, per vegliare sulla conservazione delle varie specie di balene e permetterne l'incremento impedendo la caccia disordinata ed eccessiva. Ha sede a Cambridge. La Commissione Internazionale delle Pescherie dell'Atlantico Nord-Occidentale (International Commission for the Northwest Atlantic Fisheries, ICNAF), istituita nel 1950, in forza della Convenzione di Washington dell'8 febbraio 1949, per curare la protezione, conservazione, regolamentazione e documentazione riguardo alla pesca in quella zona. È suddivisa in cinque sottocommissioni, ciascuna competente per un settore dell'area indicata, e da una sottocommissione per i problemi delle foche. Divenuta Northwest Atlantic Fisheries Organization dal 1979, ha sede a Dartmouth (Canada). Commissione Internazionale delle Pescherie del Pacifico Settentrionale (International North Pacific Fisheries Commission, INPFC), istituita nel 1953 con l'entrata in vigore della Convenzione di Tōkyō del 9 maggio 1952 fra il Canada, il Giappone e gli Stati Uniti, per vigilare sulla conservazione e incrementare le risorse ittiche della zona. Ha sede a Vancouver (Canada). Commissione Indo-Pacifica delle Pescherie (Indo-Pacific Fisheries Commission, IPFC), istituita nel 1948 per promuovere lo sfruttamento razionale delle pescherie della zona. La commissione, che si riunisce ogni due anni, è collegata con la FAO, presso il cui ufficio regionale (Bangkok) ha sede. Commissione Internazionale delle Pescherie del Sud-Est Atlantico (International Commission for the Southeast Atlantic Fisheries, ICSEAF). Istituita nel 1969, è divenuta operativa nel 1971. Ha sede a Madrid e raggruppa 17 governi dei continenti americano, africano, asiatico, europeo; ne fa parte anche l'Italia. Commissione Internazionale di Pesca del Baltico (International Baltic Sea Fishery Commission, IBSFC). Fondata nel 1973, comprende: Germania, Finlandia, Polonia, Svezia, Estonia, Lettonia, Lituania e Russia; ha sede a Varsavia.

Media


Non sono presenti media correlati