Questo sito contribuisce alla audience di

contàbile

agg. e sm. e f. [sec. XIX; dal francese comptable, da compter, contare].

1) Agg., che si riferisce alla contabilità: libri contabili, lettera contabile; situazione contabile, prospetto analogo a un bilancio di verificazione in cui vengono riprodotti i saldi dei vari conti esistenti in un determinato momento nella contabilità generale; rilevazione contabile, in economia aziendale, registrazione dei fatti amministrativi di un'azienda attuata con la metodologia contabile. Le rilevazioni contabili si compongono in un sistema di scritture che conduce a risultati generali. Macchina contabile, calcolatrice scrivente, ad azionamento manuale e funzionamento elettromeccanico, atta a compiere serie di operazioni numeriche e a registrarle contemporaneamente su schede, documenti, tabulati. Comprende una tastiera a numeri per l'immissione dei dati numerici su cui eseguire i calcoli, un sistema per programmare la sequenza dei calcoli stessi, un carrello mobile che porta il foglio, sempre suddiviso in colonne, sul quale il sistema scrive le cifre immesse di volta in volta e i risultati dei calcoli che su di esse vengono eseguiti. In passato utilizzate soprattutto per la registrazione di dati contabili e l'emissione dei relativi documenti, le macchine contabili sono state soppiantate dai calcolatori elettronici.

2) Sm. e f., chi è preposto alla contabilità di un'amministrazione pubblica o privata e responsabile della stessa. Nell'ambito di un'azienda di medie e grandi dimensioni il contabile è sostituito da un apposito ufficio contabilità.

3) Sulle navi da guerra italiane, il sottufficiale più anziano di ogni specialità che ha in consegna le armi e i materiali della specialità stessa.