Questo sito contribuisce alla audience di

cultivar

s. inglese [da culti(vated) var(iety), varietà coltivata]. Termine adottato al XIII Congresso di orticoltura, tenuto a Londra nel 1952, per designare la varietà costituita da piante coltivate, distinguendola da quella classificatoria composta da piante allo stato spontaneo. Si può intendere come una derivazione di varietas culta.

Media


Non sono presenti media correlati