Questo sito contribuisce alla audience di

eccitazióne (elettrotecnica)

azione in seguito alla quale si genera un campo magnetico nelle macchine o negli apparecchi elettrici (relè, interruttori, contattori, ecc.) mediante la corrente (corrente di eccitazione) che percorre un opportuno avvolgimento, detto avvolgimento di eccitazione. Nelle macchine a corrente continua l'avvolgimento di eccitazione può essere collegato a una sorgente separata (eccitazione indipendente) o alle spazzole della macchina: in tal caso la macchina è detta autoeccitata (vedi anche dinamo). Negli alternatori delle centrali idroelettriche la corrente di eccitazione è solitamente generata da una dinamo (eccitatrice) coassiale con l'alternatore stesso. Per macchine di potenza considerevole si usano sovente due dinamo eccitatrici, ambedue coassiali con l'alternatore, la prima delle quali serve per l'eccitazione della seconda, che a sua volta eccita l'alternatore. Il vantaggio di tale soluzione consiste nel fatto che l'eccitazione dell'alternatore viene regolata controllando la corrente di eccitazione della prima eccitatrice, che ha valore relativamente piccolo. Nelle installazioni più moderne, specialmente nelle grandi centrali termoelettriche, l'eccitazione degli alternatori viene realizzata mediante eccitatrici statiche, costituite da tiristori di potenza e circuiti elettronici di regolazione, che forniscono la corrente continua all'avvolgimento di eccitazione raddrizzando e regolando la tensione alternata che si preleva ai morsetti della macchina. Tali apparecchiature, che esternamente hanno l'aspetto di quadri elettrici di tipo industriale, sono caratterizzate da notevole economia di esercizio, facilità di installazione e prontezza di risposta.