Questo sito contribuisce alla audience di

enterostomìa

sf. [sec. XIX; da entero-+-stomia]. Operazione chirurgica che consente la creazione di un'apertura temporanea o permanente fra un'ansa intestinale e la parete addominale (ano preternaturale). L'enterostomia viene eseguita per veicolare all'esterno il contenuto intestinale quando non sia possibile la rimozione di un processo stenotico (tumori, ecc.), o per proteggere un'anastomosi intestinale già esistente a valle. Enterostomia a canna di fucile, indica due segmenti separati di intestino paralleli tra loro come le canne di un fucile da caccia nel punto in cui attraversano la parete addominale.

Media


Non sono presenti media correlati