Questo sito contribuisce alla audience di

garzatura

sf. [sec. XIII; da garzare]. Operazione di finissaggio che viene eseguita su quei tessuti che devono presentare un pelo più o meno lungo su una o ambedue le facce. Ha lo scopo di districare alcune fibre dal tessuto, in modo che questo risulti ricoperto da una peluria più o meno fitta. Viene eseguita sulla macchina garzatrice composta da un cilindro, detto lavoratore, munito di cardi vegetali o di denti metallici in posizione obliqua, posto in mezzo a due cilindri più piccoli. Da uno di essi si svolge il tessuto, che viene raccolto dall'altro. Il cilindro lavoratore viene fatto ruotare in senso contrario al movimento del tessuto, per cui i denti sollevano le fibre; s'inverte poi il senso di rotazione del cilindro per eseguire la garzatura contro pelo, al fine di rendere più uniforme il pelo sulla superficie del tessuto. I tessuti garzati passano poi alla cimatura.

Media


Non sono presenti media correlati