Questo sito contribuisce alla audience di

imago

sf. latino (immagine). Il termine è usato soprattutto in psicanalisi, dove è stato introdotto da C. J. Jung, per indicare la rappresentazione inconscia, spesso idealizzata, di una figura parentale (materna, paterna, fraterna) formatasi nella prima infanzia a partire dalle relazioni sia reali sia fantasmatiche con le figure genitoriali. Rappresenta uno schema di riferimento inconscio attraverso cui il soggetto considera l'altro. Per l'entomologia, vedi immagine.

Media


Non sono presenti media correlati