Questo sito contribuisce alla audience di

incubatrice

sf. [sec. XX; da incubare].

1) Speciale apparecchiatura usata in puericoltura allo scopo di consentire a neonati immaturi condizioni ambientali ideali per il completamento dello sviluppo. Le incubatrici permettono di fornire a ciascun bambino l'ambiente più consono alle sue necessità (grado adatto di umidità e temperatura dell'aria, pressione e tasso di ossigeno variabili, asetticità assoluta, aperture isolabili per la somministrazione del nutrimento, ecc.).

2) Apparecchio per l'incubazione artificiale delle uova (di gallina, oca, tacchino, colombo, ecc.). Queste incubatrici hanno generalmente forma di armadio e dimensioni variabili: tutte sono suddivise in ripiani (cassetti porta-uova) e il riscaldamento è di solito elettrico a circolazione d'aria. Nelle piccole incubatrici (da 100 a 800 uova di gallina) i cassetti porta-uova sono disposti orizzontalmente e la regolazione della temperatura è affidata a un termostato; può esserci un'eventuale griglia volta-uova che consente l'uniforme esposizione di tutto l'uovo al calore. Nelle grandi incubatrici (5000-100.000 uova di gallina) i cassetti porta-uova sono posti su telai mobili che consentono il rivoltamento delle uova; il condizionamento dell'ambiente è perfezionato mediante dispositivi per la regolazione automatica dell'umidità e della concentrazione di anidride carbonica. Si distinguono le incubatrici vere e proprie dagli armadi in cui vengono poste le uova prima della schiusa (detti schiuse), cioè il 18º giorno dall'inizio dell'incubazione; questi, di norma, hanno condizioni ambientali alquanto diverse da quelle necessarie durante l'incubazione; nelle piccole incubatrici le schiuse sono una parte dell'armadio predisposta allo scopo.

Media

Incubatrice

Collegamenti