Questo sito contribuisce alla audience di

moménto

Guarda l'indice

Lessico

sm. [sec. XIV; dal latino momentum, da movēre, muovere].

1) Piccolo, minimo spazio di tempo, attimo, istante: fermati un momento; torno fra un momento; ho avuto un momento di incertezza; un momento!, escl. con cui si invita ad aspettare o si sollecita comunque l'attenzione e la comprensione altrui: un momento!, non hai il diritto di parlarmi in questo modo. In particolare loc.: al primo momento, in primo momento, dapprima, lì per lì; fin dal primo momento, fin dall'inizio, subito; all'ultimo momento, al limite del tempo utile, appena in tempo; in questo momento, adesso; fino a questo momento, finora; per il momento, per ora, per questo lasso di tempo; al momento, adesso, al presente; sul momento, subito, alla prima impressione; al momento di, sul punto di, nell'istante in cui si deve verificare un'azione: al momento di decidere cambiò idea; ogni momento, tutti i momenti, continuamente; a momenti ho finito, ho quasi finito, tra poco finisco; a momenti cadevo, per poco non sono caduto; da un momento all'altro, tra breve o improvvisamente: sarà qui da un momento all'altro; da un momento all'altro ha cambiato idea; dal momento che, da quando, oppure dato che, poiché; i problemi del momento, di oggi, di questi giorni; l'uomo, il libro, il film del momento, quelli di cui tutti parlano; l'impressione del momento, quella intensa ma passeggera che si prova istintivamente per una data occasione.

2) Per estensione, periodo di tempo in genere: abbiamo trascorso insieme dei momenti indimenticabili. In particolare, situazione, circostanza, congiuntura: siamo in un momento critico; in un momento di collera, mentre ci si trova in preda alla collera. Occasione, opportunità: scegliere il momento adatto; non è questo il momento di discutere.

3) Fig. fam.: un momento, un poco, appena appena, specialmente in frasi comparative: dovresti essere un momento meno impulsivo. Frequente in tal senso il dim. momentino.

4) Lett., potere; importanza, peso: persona, cosa di poco momento.

5) Nelle scienze fisiche e matematiche e nella tecnica, grandezza scalare o vettoriale definita come prodotto di una grandezza, generalmente, ma non sempre, vettoriale, per una distanza, o una potenza di una distanza, termine quest'ultimo inteso in senso lato.

Filosofia

Stadio di uno sviluppo che coglie i suoi risultati in uno stadio finale, nel quale i vari passaggi si collocano come momento di tutto il processo (per esempio in Hegelessere e nulla sono stretti in unità e posti come inseparabili da un terzo, il divenire, in cui solo, come momento, essi sussistono). Nella filosofia esistenziale il momento-istante è il luogo dell'impossibile contatto tra finito e infinito, dove si esprime la paradossalità della vita umana.

Statistica

Momento di una distribuzione di frequenza è la somma dei prodotti delle differenze fra i termini della distribuzione e un valore qualsiasi assunto quale origine (cioè gli scarti xi) per le rispettive frequenze. Il momento di ordine r (potenza cui gli scarti sono elevati) è dato da: . Assumendo come origine la media aritmetica della distribuzione, il primo momento intorno a essa è nullo e il secondo momento è la varianza. I momenti servono a verificare la normalità di una distribuzione. Nell'interpolazione, il metodo dei momenti consiste nel determinare la funzione interpolante in modo tale che i momenti della distribuzione teorica ricavata siano uguali a quelli della distribuzione effettiva.

Meccanica: momento di una forza rispetto a un punto

Se F è una forza applicata in un punto P, è detto momento "Le figure relative al momento sono a pag. 96 del 15° volume." di F rispetto a un punto O il vettore Mo=OP∧F. Mo è perpendicolare al piano individuato da OP e da F; ha il verso indicato dal medio della mano destra, quando il pollice abbia il verso di OP e l'indice quello di F; ha modulo uguale all'area del parallelogramma costruito con i due vettori OP e F, cioè uguale al prodotto di F per la distanza b (detta braccio) del punto O dalla retta di applicazione di F (Mo=F∤OP∤sinϑ=F∤b). "Per la figura 1 vedi il lemma del 13° volume." Il punto O viene generalmente chiamato polo; il momento non dipende dalla scelta di P sulla retta di applicazione di F. "Per la figura 2 vedi il lemma del 13° volume." Il momento è nullo quando F è nulla o quando O giace sulla retta d'azione di F. Il momento di una forza varia in generale al variare del polo , ma non varia quando si considerino poli la cui congiungente sia parallela a F, cioè quando O´O//F. "Per la figura 3 vedi il lemma del 13° volume." Il momento risultante di un sistema di forze rispetto a un polo è definito come la somma vettoriale dei momenti di ciascuna forza rispetto allo stesso polo. Dette F₁, F₂,... F le forze applicate ai punti P₁, P₂,... P, il momento risultante rispetto a O sarà:

Nel caso di un sistema di forze a risultante nulla, il momento risultante non dipende dal polo ( , dove R=F₁+F₂+...F).

Meccanica: momento di una forza rispetto a un'asse

È la proiezione Ma sull'asse del momento della forza rispetto a un punto O qualsiasi dell'asse. "Per la figura 4 vedi il lemma del 13° volume." Se la forza F non è nulla, Ma=0 soltanto quando la retta di applicazione di F e l'asse giacciono in uno stesso piano. Ma è una grandezza scalare, il cui valore non dipende dalla scelta di O sull'asse. Quando la forza giace in un piano perpendicolare all'asse, prendendo come punto O quello in cui il piano contenente F e perpendicolare all'asse incontra l'asse stesso, si ha Ma=F∤b. "Per la figura 5 vedi il lemma del 13° volume." Le definizioni precedenti si generalizzano al caso di un qualsiasi vettore.

Meccanica: teorema fondamentale del momento

Due sistemi di forze sono equivalenti quando hanno la stessa forza risultante e lo stesso momento risultante rispetto a un polo. È facile vedere che se due sistemi hanno eguale momento rispetto a un particolare polo, allora essi hanno lo stesso momento anche rispetto a un qualsiasi altro polo.

Meccanica: momento della quantità di moto

Considerato un punto materiale P di massa m e velocità v, si definisce momento della quantità di moto del punto P rispetto a un punto fisso O la grandezza vettoriale M=(P-O)∧v. Se si considera un sistema di punti materiali P₁, P₂,... P aventi masse m₁, m₂,... mn e velocità v₁, v₂,... v il momento della quantità di moto del sistema è

Il momento della quantità di moto di un sistema isolato è una grandezza costante. Nella letteratura anglosassone, il momento della quantità di moto viene anche chiamato momento angolare.

Meccanica : momento statico o del primo ordine

Momento statico, o momento del primo ordine, Ms, di un sistema di punti materiali rispetto a una retta x, è la somma dei prodotti delle masse, m, dei punti materiali per le rispettive distanze, x, dalla retta: Ms=∑m.

Meccanica : momenti cinetici

Considerato un sistema olonomo con n gradi di libertà, soggetto a vincoli lisci bilateri, chiamando q₁, q₂,... q coordinate libere, si definiscono momenti cinetici le quantità dove L è la funzione di Lagrange. Per un punto di massa m, libero, riferendosi a coordinate cartesiane, i momenti cinetici sono le tre componenti della quantità di moto. Se la funzione di Lagrange non dipende da una coordinata, per esempio la qi, si ricava dalle equazioni di Lagrange che , da cui si ottiene p=cost., che rappresenta un integrale primo delle equazioni di Lagrange; gli integrali di questo tipo vengono chiamati integrali dei momenti cinetici. § Per il momento di inerzia, vedi inerzia; per il momento di una coppia, vedi coppia; per il momento di dipolo elettrico e il momento di dipolo magnetico, vedi dipolo; per il momento magnetico atomico orbitale e di spin, vedi magnetismo, magnetone. Il momento magnetico nucleare è l'analogo nucleare del momento magnetico atomico.