Questo sito contribuisce alla audience di

nòma

sm. (pl. -i) [sec. XIX; dal greco nome, corrosione]. Processo gangrenoso del cavo orale, detto anche cancro acquatico e stomatite gangrenosa, caratterizzato da una lesione iniziale, unilaterale, sulla mucosa della guancia con estensione successiva verso l'interno e verso la bocca. Colpisce soprattutto bambini in età prescolare, convalescenti di malattie esantematiche, sofferenti di malattie parassitarie o di Kwashiorkor oppure di malattie da immunodeficienza, appartenenti a classi sociali povere e igienicamente carenti di alcuni Paesi asiatici e africani (India, Madagascar, ecc.). L'infezione può essere facilitata anche da fattori predisponenti locali quali malattie periodontali, malocclusione e scarsa igiene orale. Prima dell'avvento degli antibiotici tale patologia aveva una prognosi infausta nella quasi totalità dei casi; ora la sopravvivenza è la norma. Esiste anche una varietà localizzata ai genitali (noma pudendi, noma vulvare) che colpisce dapprima le grandi labbra e poi i tessuti limitrofi.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti