Questo sito contribuisce alla audience di

neurotomìa

sf. [neuro-+-tomia]. Intervento chirurgico mediante il quale si tagliano, in parte o tutte, le fibre di un tronco nervoso. Si pratica con maggiore frequenza sui nervi sensitivi per sopprimere il dolore soprattutto nelle nevralgie del trigemino, per le quali viene attuata di solito la neurotomia retrogasseriana. In questo caso la radice sensitiva del V paio dei nervi viene parzialmente recisa a monte del ganglio di Gasser, lasciando integre le fibre motorie e quelle che vanno a formare la branca oftalmica (il trigemino è infatti un nervo misto sensitivo-motore).

Media


Non sono presenti media correlati