Questo sito contribuisce alla audience di

pago3

sm. (pl. -gi) [sec. XIV; dal latino pagus, villaggio]. L'insediamento rurale maggiore (di contro al più piccolo vicus), per lo più antichissimo e preesistente all'ordinamento territoriale istituito dopo la conquista romana. Nel Medioevo l'ordinamento pagense continuò (vi si trova ancora traccia delle vecchie magistrature, come i magistri pagorum), divenendo per lo più il pago l'ambito territoriale entro il quale si andò sviluppando la pieve cristiana, e cioè l'ordinamento ecclesiastico rurale facente capo a una chiesa battesimale. Anche le strutture territoriali barbariche vi si adattarono, in parte almeno; e infine è nell'ambito dei pagi (e dei vici) che in Italia, dopo il Mille, iniziò – attraverso le affrancazioni dei servi e le chartae libertatis – la formazione dei Comuni rurali, dotati di una certa autonomia e fondati essenzialmente sulla comunanza delle terre (paganalia) e sull'uso comune di esse (usi civici).

Collegamenti