Questo sito contribuisce alla audience di

prossèmica

sf. [dal latino proxímus]. In semiologia, lo studio dell'uso dello spazio da parte dell'uomo, ovvero della distanza che questi frappone tra sé e gli altri e tra sé e le cose, come fatto comunicativo. Più in generale, il valore simbolico attribuito dai diversi gruppi socialmente organizzati al modo di collocarsi spazialmente.