Questo sito contribuisce alla audience di

punterìa

Guarda l'indice

Lessico

sf. [sec. XIX; da punta1].

1) Nelle artiglierie, il complesso dei congegni e meccanismi che consentono di fare assumere a una bocca da fuoco la desiderata posizione in direzione e in elevazione. Sono costituiti da ingranaggi e cremagliere e in taluni casi comprendono sistemi idraulici (carri armati e semoventi) e telecomandi (artiglierie contraeree asservite a centrale di tiro). Sulle moderne navi da guerra, quando non sono installati a bordo strumenti elettronici più precisi, è ampiamente usato l'apparecchio di punteria generale (APG), un sistema che consente di puntare tutti i pezzi dello stesso calibro contemporaneamente su uno stesso bersaglio. In marina il termine punteria assume anche il significato di puntamento.

2) Elemento di un dispositivo a eccentrico dotato di moto rettilineo alternato. Negli autoveicoli, elemento della distribuzione che consente l'apertura e la chiusura delle valvole di aspirazione e di scarico in sincronia con il ciclo di funzionamento delle fasi nei cilindri di un motore.

Trasporti

"Per camma, punteria e valvola di un motore a carburazione e per il disassamento della punteria vedi disegni al lemma del 16° volume." Il tipo più diffuso di punteria è quello a bilanciere, schematicamente costituito da un elemento curvilineo infulcrato vicino alla testa dello stelo di ciascuna valvola in modo che una sua estremità appiattita venga ad appoggiarvisi sopra mentre l'altra estremità viene a contatto, direttamente o tramite un'asta, con la camma corrispondente dell'albero della distribuzione; "Per la camma, punteria e valvola di un motore a carburazione e per il disassamento della punteria vedi i disegni a pg. 124 del 18° volume." una molla di contrasto, che circonda la parte terminale dello stelo appoggiandosi nella sede della valvola, mantiene il bilanciere scostato (valvola chiusa) fin quando la camma non ne provochi l'abbassamento (valvola aperta) secondo le fasi del ciclo che si svolge in successione nei cilindri. Fra camma e punteria vi è un certo gioco che non deve superare un determinato valore, per cui si rende necessario regolare la posizione della punteria quando esso diventa eccessivo. Questi tipi di punteria sono fonte di notevole rumorosità e molti sono gli accorgimenti per renderli più silenziosi, come il funzionamento in immersione di olio che oltretutto ne garantisce una lubrificazione molto efficiente. La punteria, secondo il profilo che viene a contatto con la camma, prende il nome di punteria a piattello, sferica o a rullo. Un tipo semplificato ed efficiente di punteria non prevede il bilanciere (comando diretto della valvola) in quanto la camma dell'albero della distribuzione agisce direttamente su un piattello che reca al centro un perno di adeguato diametro il quale si appoggia sulla testa dello stelo della valvola; il piattello, a sua volta, è posto sopra un cilindretto che avvolge la molla di contrasto posta intorno alla parte terminale dello stelo, il che consente una più rapida e facile regolazione del gioco fra punteria e camma; questo tipo permette una buona lubrificazione del dispositivo e riduce di molto la rumorosità. Sempre più usate, soprattutto sulle automobili di media e grossa cilindrata e sulle vetture da competizione, sono le punterie idrauliche, note anche come “sistema di distribuzione a camme e bicchierino”, in grado di eliminare la rumorosità e di riprendere automaticamente il gioco. Sono sostanzialmente costituite da una sorta di bicchierino posto sopra l'estremità dello stelo della valvola interponendosi alla camma dell'albero; nel bicchierino scorre un pistoncino la cui testa appoggia contro l'estremità dello stelo della valvola ed è mantenuto in pressione da una molla antagonista dotata di una sfera; il pistoncino funziona come parte di una pompa in quanto la sfera apre e chiude l'ugello della camera del bicchierino che è sempre piena di olio alimentato dal circuito di lubrificazione del motore; il moto dell'albero a camme provoca una compressione del bicchierino che si traduce in una variazione di pressione dell'olio nella camera che a sua volta fa spostare il pistoncino; in tal modo si mantiene sempre un contatto ottimale tra valvola, sede del bicchierino, bicchierino e camma, evitando un gioco scorretto, che viene automaticamente ripreso, e di conseguenza riducendo al massimo usure o anomalie di funzionamento delle valvole e quindi del motore.