Questo sito contribuisce alla audience di

terramarìcolo

agg. e sm. [sec. XIX; da terramara+-colo]. Relativo alle terramare; abitatore di una terramara. § Il rinvenimento, nelle terramare, di falcetti messori, di zappette in corno cervino, di macine e macinelli e di numerose ossa di animali domestici, consente di attribuire alle genti terramaricole una prevalente attività agricola e di allevamento. Tra l'abbondante produzione ceramica sono tipici i recipienti a prese cornute o lunate e gli ossuari globulari rinvenuti nelle tombe, che costituiscono una delle prime testimonianze dell'introduzione in Italia del rito funebre incineratorio. La civiltà terramaricola sembra estinguersi repentinamente agli inizi del sec. XII a. C., periodo per il quale le fonti archeologiche della regione ci restituiscono l'impressione di un netto calo demografico. Recenti ricerche archeologiche e geologiche hanno permesso di ipotizzare che la fine delle terramare sia dovuta a una serie di motivi di ordine economico e sociale, non ultimo un forte deterioramento ecologico determinato dall'ipersfruttamento delle risorse naturali.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti