cintura

Indice

(ant. centura), sf. [sec. XIII; latino cinctūra, da cinctus, pp. di cingĕre].

1) Striscia di stoffa, cuoio o altro materiale, usata per stringere o sorreggere gli abiti alla vita o ai fianchi; per il suo carattere ornamentale, ha sempre rappresentato un importante elemento nella moda e fu usata fin dai tempi più antichi (se ne conoscono di risalenti all'Età del Bronzo). In particolare, la fascia di cuoio o di panno alla quale si sospende la spada o la sciabola o altri oggetti (borsellini, ecc.). Per estensione, la parte dei calzoni o della gonna in corrispondenza della vita; la parte del corpo intorno alla quale si porta la cintura: l'acqua gli arrivava alla cintura; anche il giro stesso della vita: essere stretto, largo di cintura, avere la vita sottile, larga. Fig.: stringere la cintura, vivere in grandi ristrettezze; tenere le mani alla cintura, restare in ozio.

2) Con accezioni particolari: A) cintura di castità, speciale cintura di ferro, chiusa da un lucchetto, che nell'alto Medioevo veniva talvolta applicata alle donne per assicurarne la castità. B) Cintura di sicurezza: a) cintura in tela o fibre sintetiche, di dimensioni opportune, usata sugli autoveicoli per trattenere ancorato al sedile il passeggero in caso di urto. Può essere a bandoliera, ventrale o di tipo misto; il codice della strada prevede che debba avere tre punti di attacco; b) accessorio indossato dal personale sulle imbarcazioni a vela da regata per effettuare le manovre necessarie in coperta con cattivo tempo, senza il pericolo di cadere in mare. È costituito da una cintura con bretelle, in cuoio o fibre sintetiche, munita di una cima con gancio a scrocco che viene fissato a un punto molto solido dell'imbarcazione. C) Cintura di salvataggio, accessorio impiegato per mantenere a galla una persona. Ne esistono di diversi tipi e forme e possono essere ripiene di materiale solido meno denso dell'acqua (per esempio sughero) o di aria o di altro gas, ecc. D) Cintura di zavorra, cintura di vario materiale, munita di fibbia a sgancio rapido, alla quale vengono assicurati dei pesi di piombo; viene indossata dai subacquei per annullare la spinta dell'acqua e quindi rendere più agevole l'immersione.

3) Per estensione, tutto ciò che chiude all'intorno, che circonda: A) in geologia, cintura di fuoco circumpacifica, allineamento di vulcani attivi, disposto intorno all'Oceano Pacifico e comprendente, includendovi anche l'arco indonesiano, il 76% dei vulcani attivi in tempi storici di tutta la Terra. La distribuzione dei vulcani nell'ambito della cintura non è omogenea: i vulcani sono più numerosinella fascia insulare del Pacifico occidentale (45%), mentre lungo le coste del continente americano ne è presente il 17% e nell'arco indonesiano il 14%. Il vulcanismo della cintura è collegato a zone orogenetiche recenti ed è rappresentato soprattutto da stratovulcani con attività prevalentemente esplosiva con lave andesitiche, dacitiche e riolitiche. B) In una pietra preziosa tagliata a brillante, zona intermedia fra la corona e il padiglione, costituita da 32 facce triangolari delle quali le 16 superiori si considerano facenti parte della corona e le 16 inferiori del padiglione. In un taglio perfetto, l'altezza della cintura deve essere compresa fra l'1% e il 2% del diametro massimo del brillante. C) In marina, cintura corazzata, protezione dei fianchi di certe navi militari, costituita da piastre d'acciaio (corazze), disposte all'esterno del fasciame nella zona del bagnasciuga e fino al ponte di coperta. La cintura corazzata può estendersi per tutta la lunghezza della nave o può essere limitata alla zona centrale, contenente gli organi vitali (ridotto corazzato).

4) Nel linguaggio sportivo: A) nella lotta, presa che si effettua cingendo l'avversario con entrambe le braccia per immobilizzarlo e per alzarlo da terra e farvelo ricadere in posizione soggetta. In particolare: cintura a rovescio, presa dal di dietro che porta l'avversario con le gambe in alto e la testa verso terra; cintura di fianco, azione d'attacco a terra, con avversario in ginocchio che viene spinto e ruotato fino a toccare il tappeto con le spalle; cintura in agilità, presa dalle spalle con sollevamento e rovesciamento all'indietro dell'avversario; cintura in avanti, presa in piedi e di fronte alla vita dell'avversario che viene sollevato da terra e spinto in avanti verso terra, con l'accompagnamento di tutto il peso del proprio corpo. B) Nel judo, ciascuna delle categorie (kyu e dan), contraddistinte da un colore, in cui sono divisi i lottatori. C) Nel rugby, presa di arresto che si effettua cingendo l'avversario da dietro alla vita, impedendogli l'avanzata.

5) Nei Vertebrati, cintura pelvica, scapolare (cinto).

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora