laserterapìa

sf. [laser+terapia]. In medicina, l'impiego del laser a scopi terapeutici. Le radiazioni laser possono essere usate in dermatologia per eliminare gli angiomi piani, i peli superflui, le escrescenze squamose dovute alla cheratosi seborroica, le lentigo solari, i tatuaggi, le cicatrici, i nei, la couperose, le rughe e le leucoplachie, cioè le macchie biancastre che si formano nel cavo orale , sulla lingua o sulle gengive. Possono essere utilizzate anche in oncologia per rimuovere le neoplasie della laringe. In odontoiatria trovano impiego nella gengivo-plastica e nella chirurgia parodontale, per ridurre il sanguinamento delle gengive e per tagliare il frenulo, cioè il legamento che collega il labbro superiore alla gengiva. In otorinolaringoiatria possono essere utilizzate per ridurre l'ingrossamento dei turbinati del naso.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora