nòbile

Indice

agg. e sm. e f. [sec. XIV; dal latino nobílis, propr. noto, rinomato].

1) Agg., che, per nascita o per concessione di un sovrano, appartiene a una classe un tempo investita di particolari privilegi (vedi nobiltà): il Leopardi era di famiglia nobile; discendere da nobile stirpe, da nobile lignaggio; quindi detto di quanto è considerato tipico di tale classe: nobili maniere; costumi nobili.

2) Per estensione, che ha un pregio particolare, che spicca per doti di eccellenza: Ferrara è fra le più nobili città d'Italia; si diede a più nobili studi; piano nobile, il primo o il secondo piano di una costruzione (in origine quello destinato a ricevimenti mondani); gas nobile, vedi gas; metallo nobile, vedi metallo; padre nobile, nel linguaggio teatrale, attore che interpreta la parte del padre autorevole o in genere di persona matura (analogamente: madre nobile, l'attrice corrispondente).

3) Fig., che possiede o rivela elevatezza, finezza, generosità d'animo: un nobile spirito; aspetto, contegno, atto nobile; le nobili imprese di cavalieri antichi. Lett., animoso, generoso: nobile destriero.

4) Sm. e f., chi appartiene alla nobiltà: i soprusi dei nobili; un nobile spiantato; è riuscito a sposare una nobile. In particolare, in araldica, nell'arma di nobili l'elmo è d'argento non arabescato, bordato d'oro; la corona è cimata di 8 perle (di cui 5 visibili); è tollerata la corona con le perle sorrette da altrettante punte.

5) Moneta d'oro coniata nel sec. XIV da Edoardo III d'Inghilterra, con la figura del re stante su nave, con spada e scudo, al recto, e al verso croce fiorita, accantonata da corone e leoncini. Noble à la rose fu detta la moneta coniata da Edoardo IV nel sec. XV.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora