reciprocità (lessico)

Indice

sf. [sec. XIX; da reciproco]. L'essere reciprocoqualità di ciò che è reciproco: reciprocità di condizioni, di favori. Si usa specialmente con accezioni specifiche in varie discipline. In particolare: A) in diritto, principio di reciprocità, cui si conformano gli Stati negli accordi internazionali e, in diritto civile, principio che regolamenta lo scioglimento del matrimonio fra un cittadino italiano e uno straniero (legge Fortuna-Baslini); B) in psicofisica, legge della reciprocità, legge che afferma la costanza del rapporto tra intensità e tempo di applicazione di uno stimolo liminare; vale solo per livelli intermedi di stimolazione; C) in filosofia, la convertibilità del rapporto tra due nozioni può riguardare sia il senso o la direzione di una relazione, stabilendo l'equipollenza dell'inversione con la direzione primitiva, sia, nel caso più delimitato dei rapporti soggetto-predicato, l'interscambiabilità delle funzioni tra questi due termini. Reciprocità o comunità costituisce nella logica trascendentale kantiana la terza categoria della relazione, concernente “l'azione reciproca tra l'agente e il paziente” e implicante, in una totalità di cose, la subordinazione di ciascuna alle altre, quali cause della sua sussistenza, e insieme la sua coordinazione a esse quale causa essa stessa della determinazione delle altre; D) in fotografia, corrispondenza tra variazioni di tempo di posa e di apertura di diaframma per ottenere una medesima esposizione che però viene a mancare per tempi di posa molto brevi o per illuminamenti molto bassi (vedi effetto Schwarzschild); E) in geometria, proiettività tra spazi proiettivi, distinti o sovrapposti, S e , aventi la stessa dimensione, che a ogni punto di S fa corrispondere un iperpiano di . Se x0, x₁,..., xr e u0, u₁,..., ur denotano rispettivamente coordinate di punto in S e coordinate di iperpiano in , una reciprocità tra S e è rappresentata da equazioni lineari omogenee del tipo

con j=0, 1,..., r e k fattore di proporzionalità non nullo. Una reciprocità tra due spazi coincidenti è detta involutoria, se applicata due volte dà l'identità. Un esempio di reciprocità involutoria è la polarità definita da una conica o da una quadrica; F) in elettronica, principio di reciprocità; G) in meccanica, teorema di reciprocità di Betti; teorema di reciprocità di Colonnetti.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora